Tag

,

Con interpello n. 3/2014 il Ministero del lavoro ha precisato che l’acquisizione del certificato di iscrizione alla CCIAA, congiuntamente all’autocertificazione dell’impresa appaltatrice o dei lavoratori autonomi del possesso dei requisiti di idoneità tecnico professionale, sono – dichiara il Ministero – “elementi sufficienti a soddisfare la valutazione dell’idoneità tecnico professionale“. La risposta ad interpello prosegue sottolineando altresì che il committente non può chiedere copia del DUVRI “dal momento che la redazione del suddetto documento, da allegare al contratto di appalto o di opera, è un obbligo, nei casi previsti, del datore di lavoro committente“.

Annunci